venerdì 19 gennaio 2018

18 GENNAIO 2018

ECUADOR Parte 8

Storia Parte 7

Storia contemporanea Parte B

Nel 1981 Ecuador e Perù riaprirono una disputa ormai secolare per alcune zone di confine che entrambi i paesi rivendicavano, ci fu il rischio di una guerra aperta poi scongiurata dall'intervento della OEA. Il presidente ecuatoriano all'epoca era appunto Jaime Roldós che, poco tempo dopo la crisi con il Perù, morì per una misteriosa esplosione dell'aereo sul quale viaggiava. Gli succedette, dopo un periodo di potere del vice presidente del governo Roldós, León Febres Cordero, che attuò una politica repressiva e austera creando il malcontento nella popolazione, così che, nel 1988, le elezioni furono vinte dal socialdemocratico Rodrigo Borja Cevallos. Durante la sua presidenza il movimento indigeno ottenne la distribuzione di 1 milione e 700.000 ha di terreno alle popolazioni autoctone, Borja incentivò anche l'alfabetizzazione e l'educazione bilingue.

Nel 1992, sotto la presidenza del conservatore Sixto Durán Ballén l'Ecuador si distacca dall'OPEC, l'organizzazione che regola la produzione di petrolio tra i paesi membri, per decidere in modo autonomo la produzione, che è stata notevolmente aumentata.


Rino Gaetano - Sfiorivano le Viole