venerdì 22 giugno 2018

22 GIUGNO 2018

BRASILE PARTE 21

POPOLAZIONE PARTE H

Popoli Indigeni del Brasile Parte 6

Gli indios dopo la colonizzazione europea

I Gesuiti

La società dei gesuiti fu la prima autorità governativa a provvedere per l'assistenza religiosa dei coloni ma soprattutto per convertire i popoli indigeni al cattolicesimo, supportati da una bolla pontificia la quale dichiarava che gli indios erano esseri umani e dovevano essere trattati come tali.
Verso il 1770, quando il potere della Chiesa Cattolica cominciava a vacillare in Europa, la difficile convivenza tra indigeni e coloni fu di nuovo minacciata. A causa di un complesso intrigo diplomatico tra Portogallo, Spagna e Vaticano, i Gesuiti furono espulsi dal Brasile e le missioni confiscate e vendute.
Nel 1800, la popolazione del Brasile aveva raggiunto i 3.250.000 abitanti, di cui solo 250.000 erano indigeni. E nei decenni a venire, senza l'appoggio dei gesuiti, gli indigeni furono sostanzialmente lasciati da soli.
Il commercio della gomma
Gli anni che succedettero al 1840 portarono commercio e benessere alla regione amazzonica. Si svilupparono i processi di vulcanizzazione della gomma, e la domanda mondiale del prodotto salì alle stelle. I migliori alberi della gomma del mondo crescevano nella regione amazzonica, e decine di tribù indiane furono radunate nell'Amazzonia occidentale per raccogliere la gomma destinata ai mercati europei e americani.
Secondo uno storico rapporto del diplomatico britannico Roger Casement, per soddisfare la crescente richiesta di gomma da parte di Europa e Stati Uniti, in soli 12 anni furono resi schiavi, torturati, uccisi e fatti morire di fame più di 30.000 indigeni.


Ron - Non abbiamo bisogno di Parole