mercoledì 19 giugno 2024

19 GIUGNO 2024

  EUROPA PARTE 1423 - Stati dell' Europa Parte 1317

RUSSIA  EO

Cultura P 7

Letteratura b

Con l'anno 1880 l'età dei grandi romanzieri era finita e la narrativa breve e la poesia divennero generi dominanti, con i decenni successivi che presero il nome di età d'argento della poesia russa, e il realismo letterario dovette lasciare il posto al simbolismo. I principali autori di questa epoca sono poeti come Valerij Brjusov, Vjačeslav Ivanov, Aleksandr Aleksandrovič Blok, noto esponente della cosiddetta epoca d'argento della poesia russa, Nikolaj Gumilëv, Anna Achmatova e i romanzieri Leonid Andreev, Ivan Alekseevič Bunin, il primo russo a vincere, nel 1933, il Premio Nobel per la letteratura e Maksim Gor'kij, importante esponente del realismo socialista. E ancora è da ricordare Michail Bulgakov, (Il maestro e Margherita, (1966-1967)). Nel XX secolo importante la figura di Boris Pasternak, celebre autore de Il dottor Živago (1957), di Michail Aleksandrovič Šolochov, autore del romanzo Il placido Don, di Aleksandr Isaevič Solženicyn, che con i suoi scritti ha fatto conoscere i Gulag, di Vladimir Nabokov, autore del celebre romanzo Lolita (1955) (oltre 50 milioni di copie vendute), (da cui nasce proprio il termine Lolita), e del poeta Evgenij Aleksandrovič Evtušenko; si afferma, inoltre, il romanzo e il racconto di fantascienza con Isaac Asimov, naturalizzato statunitense, autore, tra l'altro di Io, robot (1950). sulle tre leggi della robotica e il Ciclo delle Fondazioni (1951).

Annalisa - Sinceramente

lunedì 17 giugno 2024

17 GIUGNO 2024

 EUROPA PARTE 1422 - Stati dell' Europa Parte 1316

RUSSIA  EN

Cultura P 6

Letteratura a

Nel XVIII secolo, durante l'Illuminismo russo, la letteratura del Paese andò incontro a un forte sviluppo grazie all'influenza delle opere di Michail Lomonosov e Denis Fonvizin. All'inizio del secolo successivo un florido e moderno filone di produzione letteraria emerse con l'affermarsi di alcuni dei più grandi scrittori della storia del Paese. Questo periodo, conosciuto anche come l'epoca d'oro della poesia russa, iniziò con Aleksandr Puškin, considerato il fondatore della lingua letteraria russa moderna e spesso descritto come lo "Shakespeare russo". Il prosieguo del secolo ha poi visto la poesia di Michail Lermontov, rilevante figura del Romanticismo, e di Nikolaj Nekrasov; pioniere del realismo e linguista fu Vladimir Ivanovič Dal': si affermano i drammi di Aleksandr Ostrovskij e Anton Čechov, le favole di Ivan Krylov e la prosa di Nikolaj Gogol', esponente del Realismo;Ivan Aleksandrovič Gončarov, autore del romanzo Oblomov (1859), da cui deriva il termine oblomovismo, Ivan Sergeevič Turgenev, interprete del realismo russo e aurore del romanzo Padri e figli (1862), Lev Tolstoj e Fëdor Dostoevskij sono ritenuti da molti critici letterari come i più grandi romanzieri di tutti i tempi.

Emma Marrone - Cercavo Amore

domenica 16 giugno 2024

16 GIUGNO 2024

   EUROPA PARTE 1421 - Stati dell' Europa Parte 1315

RUSSIA  EM

Cultura P 5

Patrimoni dell'umanità

Numerosi siti russi sono stati iscritti nella Lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

Musei

La Russia possiede importanti musei, alcuni tra i più noti nel mondo, tra i quali l'Ermitage, a San Pietroburgo, fondato da Caterina II di Russia e aperto nel 1764 e, tra gli altri, il Museo Puškin delle belle arti, a Mosca, aperto nel 1912.


Emma Marrone - Dimentico tutto

sabato 15 giugno 2024

15 GIUGNO 2024

  EUROPA PARTE 1420 - Stati dell' Europa Parte 1314

RUSSIA  EL

Cultura P 4
Architettura b

Nel 1955 il nuovo leader sovietico Nikita Chruščëv ha condannato gli "eccessi" dell'architettura accademica, e il tardo periodo sovietico è stato caratterizzato dall'architettura funzionale. Ciò ha contribuito molto nel risolvere il problema abitativo per la popolazione, ma ha fatto nascere una grande quantità di edifici di bassa qualità architettonica, in forte contrasto con i precedenti stili luminosi. La situazione è tuttavia migliorata nei due decenni a cavallo dell'anno 2000. Molti edifici religiosi demoliti durante l'epoca sovietica sono stati ricostruiti e questo processo è continuato con il restauro di vari edifici storici distrutti durante la seconda guerra mondiale. Un totale di 23 000 chiese ortodosse sono stati ricostruite tra il 1991 e il 2010, che di fatto ha quadruplicato il numero degli edifici di culto aperti nel Paese.
Nelle città russe più popolate si può oggi assistere allo sviluppo di costruzioni moderne e innovative, prime fra tutte le città c'è la capitale Mosca con il suo Centro Internazionale di Affari,complesso di grattacieli in continua espansione che va a definire il moderno skyline della città più importante del Paese. Il grattacielo Lachta-centr di San Pietroburgo è il più alto d'Europa (462 m). Altri complessi superanti i 140 metri, ovvero l'altezza necessaria di un edificio per essere classificato come grattacielo, si trovano a Groznyj, a Ekaterinburg e a San Pietroburgo. Ad oggi nella classifica dei grattacieli più alti d'Europa compaiono 26 edifici situati nelle varie città russe.

Emma Marrone - L'Amore non mi basta

venerdì 14 giugno 2024

14 GIUGNO 2024

  EUROPA PARTE 1419 - Stati dell' Europa Parte 1313

RUSSIA  EI

Cultura P 3

Architettura a

Fin dalla conversione al cristianesimo della Rus' di Kiev per diversi secoli l'architettura russa è stata influenzata prevalentemente dall'architettura bizantina. Oltre alle fortificazioni (Cremlino), i principali e più antichi edifici in pietra che permangono ai nostri giorni, sono le chiese ortodosse con le loro numerose cupole, spesso dorate o dipinte a colori vivaci.
A partire dalla fine del XV secolo Aristotele Fioravanti e altri architetti italiani esportarono le tendenze del Rinascimento in Russia, mentre il secolo successivo vide sviluppare chiese caratterizzate da tipiche cuspidi che ricordano delle tende, che culminano nella realizzazione della cattedrale di San Basilio. A quel punto l'idea della cupola a cipolla era pienamente sviluppato. Nel XVII secolo l'ornamentale "stile di fuoco" fiorì a Mosca e a Jaroslavl', aprendo gradualmente la strada per il barocco moscovita. Dopo le riforme di Pietro il Grande lo stile architettonico del Paese seguì tendenzialmente i dettami dell'Europa occidentale.
Nel XVIII secolo il gusto per l'architettura rococò ha introdotto nel Paese le opere di Bartolomeo Rastrelli e dei suoi successori. I regni di Caterina la Grande e di suo nipote Alessandro I, videro il fiorire dell'architettura neoclassica e in particolare nella capitale di San Pietroburgo. La seconda metà del XIX secolo ha visto il dominio degli stili neobizantino e neorusso. Nel XX secolo sono invece prevalsi l'Art Nouveau, il costruttivismo e lo stile impero di Stalin.


Emma Marrone - Iniziamo dalla Fine

giovedì 13 giugno 2024

13 GIUGNO 2024

  EUROPA PARTE 1418 - Stati dell' Europa Parte 1312

RUSSIA  EH

Cultura P 2

Pittura

Celebre pittore di icone fu Andrej Rublëv, vissuto tra il XIV e il XV secolo. Nel peridodo di transizione tra il neoclassicismo e il romanticismo russo nella pittura spicca la figura di Karl Pavlovič Brjullov (1799-1852), che in Italia dipinse l'opera Gli ultimi giorni di Pompei, oltre che quella dell'incisore Stepan Filippovič Galaktionov. Nel XIX secolo spicca la figura di Pavel Andreevich Fedotov, fondatore del realismo critico e si distinsero, inoltre, Ivan Konstantinovič Ajvazovskij, i cui dipinti riguardano in particolare paesaggi marini e Andrej Andreevič Popov, per il suo verismo genuino. Un altro importante pittore e scultore vissuto tra il XIX e il XX secolo fu Il'ja Efimovič Repin, esponente del gruppo dei Peredvižniki (Ambulanti), e ancora Viktor Michajlovič Vasnecov, noto per i soggetti di carattere storico e mitologico. Nel XX secolo si distinse la figura di Vasilij Kandinskij (1866-1944), fondatore dell'Astrattismo e, tra gli altri, Marc Chagall, esponente della Scuola di Parigi, oltre a Ivan Nikolaevič Pavlov innovatore nell'arte dell'incisione e di Arkadij Aleksandrovič Plastov pitture anticonformista verista. Nel 1913, inoltre, venne fondata l'avanguardia artistica chiamata suprematismo da Kazimir Severinovič Malevič. Tra le pittrici che si sono distinte nel corso del XX secolo ricordiamo Zinaida Serebrjakova, naturalizzata francese.

Emma Marrone - Femme Fatale


mercoledì 12 giugno 2024

12 GIUGNO 2024

 EUROPA PARTE 1417 - Stati dell' Europa Parte 1311

RUSSIA  EG

Cultura P 1

Arte

Quando verso la fine del V secolo gli antichi popoli nomadi degli Sciti e dei Sarmati, che originariamente popolavano le zone lungo il Volga e il Dnepr, cominciano a insediarsi stabilmente sul territorio, comincia un certo sviluppo dell'artigianato, legato alla produzione di armi, pellicce e oggetti di metallo lavorati a sbalzo. I rapporti commerciali con le terre vicine si fanno sempre più intensi e soprattutto con l'Impero bizantino. Affascinati dalla cultura e dallo splendore della loro capitale Costantinopoli, cominciarono gradualmente ad assumerne le caratteristiche. Se fino ad allora gli oggetti presentavano una decorazione a motivi esclusivamente geometrici e dai forti colori, man mano si va assottigliando con l'introduzione di figure zoomorfe che poi si fonderanno con motivi vegetali.

Emma Marrone - Amami

Tuttavia l'arte russa propriamente detta, sviluppatasi direttamente dall'arte bizantina, si fa partire dalla conversione del principe di Kiev, Vladimir I al cristianesimo bizantino-ortodosso nel 988. Infatti le arti applicate si sviluppano in funzione dell'adozione del cristianesimo: dalle necessità di costruire nuovi luoghi di culto (architettura russa), secondo gli stilemi importati da Costantinopoli; dall'introduzione di testi scritti, per le liturgie e l'insegnamento della nuova religione (letteratura russa), tradotti dal greco e dal bulgaro antico, di cui l'adozione dell'alfabeto cirillico; dalla figurazione dei Santi cristiani, riportando le effigi dei mosaici bizantini poi gradualmente sostituiti con affreschi e preziose immagini votive (icone).
Da questo momento in poi l'arte, fusa con il gusto e le tradizioni popolari, svilupparono quello stile tradizionale russo che caratterizzò il Paese fino alla fine del XVII secolo, quando con lo zar Pietro il Grande l'Impero russo si aprì verso l'occidente adottandone gli stilemi europei dell'architettura barocca, rococò e neoclassica.

martedì 11 giugno 2024

DALLA PARTE DELLE VITTIME

La violenza economica è il sopruso di chi, approfittando della propria posizione di superiorità patrimoniale, impone la propria volontà sulla vittima che ha bisogno di sostegno economico.
Detto in altri termini, commette violenza economica la persona che, abusando del fatto che qualcun altro dipende economicamente da lei, ne approfitta per imporre condizioni e perfino ricatti.
È il caso del marito che minaccia la moglie disoccupata di non darle i soldi necessari a soddisfare le più comuni esigenze di vita. In un caso del genere, l’uomo commette una vera e propria violenza economica perché approfitta della sua disponibilità di denaro per ricattare la donna oppure per umiliarla.
La legge non conosce il reato di violenza economica. Ciò significa che, in linea di massima, la violenza economica non costituisce un crimine.
Tuttavia, se questo tipo di abuso dovesse costantemente ripetersi nel tempo contro il convivente potrebbe anche integrarsi il delitto di maltrattamenti in famiglia, punito con la reclusione da tre a sette anni.

Secondo la giurisprudenza, i maltrattamenti di cui parla la legge non devono necessariamente consistere in percosse, potendo rientrare in essi anche gli abusi psicologici, le mortificazioni e le vessazioni di ogni tipo.
E così, se fa scattare il reato di maltrattamenti la condotta del marito che non perde occasione di umiliare la moglie con insulti costanti, alla stessa conclusione potrebbe giungersi nell’ipotesi in cui l’uomo riesca a ottenere il medesimo risultato ricorrendo agli stratagemmi tipici della violenza economica.

Si pensi al marito che mortifica la moglie negandole il necessario sostegno economico che dovrebbe esserci in una famiglia, oppure all’uomo che impedisca alla compagna di avere un conto personale o quantomeno cointestato, o ancora che le nega i soldi per comprarsi un vestito nuovo.
Insomma: il costante abuso della propria posizione di superiorità economica, a lungo andare, potrebbe trasformarsi in un maltrattamento penalmente perseguibile.

Se la violenza economica raramente costituisce reato, può invece diventare molto più facilmente una condotta punibile sotto il profilo civile.
Innanzitutto, il coniuge che si macchia di violenza economica infrange l’obbligo di legge per cui marito e moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri.
Nello specifico, il Codice civile stabilisce che dal matrimonio deriva l’obbligo reciproco alla fedeltà, all’assistenza morale e materiale e alla collaborazione nell’interesse della famiglia.

È chiaro che il marito che negasse i soldi alla moglie che non lavora perché si occupa della casa commetterebbe una violazione di questi obblighi, con conseguente possibilità della donna di chiedere la separazione (eventualmente, anche con addebito).
Ma c’è di più. A prescindere dalla commissione di reato, la legge consente di chiedere al giudice un ordine di protezione contro gli abusi dei familiari.

lunedì 10 giugno 2024

10 GIUGNO 2024

   EUROPA PARTE 1416 - Stati dell' Europa Parte 1310

RUSSIA  EF

Economia P 10 - Turismo c

Festività
DataNomeSignificato
7 gennaioNatalecelebrazione del Natale ortodosso
2 febbraioGiorno dell'onore militare: vittoria della battaglia di StalingradoGiorno della vittoria nella battaglia di Stalingrado, nel 1943
23 febbraioGiorno dei difensori della PatriaCelebra il primo reclutamento nell'Armata Rossa a Pietrogrado e Mosca, nel 1918
12 aprileGiornata della CosmonauticaCelebra l'anniversario del primo uomo nello spazio, Jurij Gagarin, nel 1961
9 maggioGiornata della VittoriaCelebra l'anniversario della Vittoria, nella Seconda guerra mondiale, 1945
6 giugnoGiornata della lingua russa nelle Nazioni Uniteper celebrare la lingua russa nel mondo
12 giugnoGiornata della RussiaFesta nazionale: celebra la dichiarazione di sovranità dello Stato russo nel 1990
4 novembreGiornata dell'Unità nazionalecacciata dei Polacchi e Lituani da Mosca, nel 1612
7 novembreGiorno della rivoluzione d'ottobre(25 ottobre del calendario giuliano): celebra la rivoluzione del 1917

Mina - Un anno d' amore

domenica 9 giugno 2024

9 GIUGNO 2024

  EUROPA PARTE 1415 - Stati dell' Europa Parte 1309

RUSSIA  EE

Economia P 9 - Turismo b

Nižnij Novgorod è considerata la terza città più significativa della Russia. All'epoca dell'Impero russo c'era un detto: "San Pietroburgo è il capo della Russia, Mosca il cuore, e Nižnij Novgorod la tasca". È una città divisa in 2 parti: storica e sovietica. In una parte di essa (la città alta) si trovano il Cremlino, i templi, le antiche strade e le case di legno. In un'altra parte della città (la città bassa) c'è una famosa fiera, un gran numero di fabbriche (tra cui GAZ) e un centro sovietico con architettura stalinista.

La calda costa subtropicale del mar Nero della Russia è un sito di località balneari famose, come Soči che ha ospitato le Olimpiadi invernali del 2014. Le montagne del Caucaso settentrionale vantano località sciistiche famose, come Dombaj. La destinazione più famosa per il turismo naturalistico in Russia è il lago Bajkal, il cosiddetto "occhio blu" della Siberia. Questo lago unico, il più antico e profondo del mondo, gode di acque pulite e cristalline ed è circondato da montagne coperte di taiga. Altre destinazioni naturali includono la penisola di Kamčatka con i suoi vulcani e geyser, la Carelia con i suoi laghi e le rocce di granito, le montagne dell'Altai e le steppe di Tuva.

Mina - Se telefonando

sabato 8 giugno 2024

8 GIUGNO 2024

 EUROPA PARTE 1414 - Stati dell' Europa Parte 1308

RUSSIA  ED

Economia P 8 - Turismo a

Fin dal periodo tardo sovietico la Russia ha visto una rapida crescita del turismo, prima quello domestico e quindi il turismo internazionale, alimentato dal ricco patrimonio culturale e dalla grande varietà naturale del Paese. I principali itinerari turistici in Russia includono un viaggio intorno all'Anello d'Oro delle città antiche, le crociere sui grandi fiumi come il Volga e lunghi viaggi sulla famosa ferrovia Transiberiana. Nel 2013 la Russia è stata visitata da 28,4 milioni di turisti, diventando il nono Paese più visitato al mondo e il settimo più visitato in Europa.

Le destinazioni più visitate della Russia sono Mosca e San Pietroburgo, rispettivamente l'attuale e l'antica capitale del Paese. Riconosciute come "città del mondo", vantano musei di fama mondiale, come la galleria Tret'jakov e l'Ermitage, teatri famosi come Bol'šoj e Mariinskij, chiese come la cattedrale di San Basilio, la cattedrale di Cristo Salvatore, la cattedrale di Sant'Isacco e la chiesa del Salvatore sul Sangue Versato, impressionanti fortificazioni come il Cremlino di Mosca e la fortezza di Pietro e Paolo, belle piazze e strade come la piazza Rossa, piazza del Palazzo e la Prospettiva Nevskij. Ricchi palazzi e parchi si trovano nelle antiche residenze imperiali in periferia di Mosca (Kolomenskoe, Parco Caricyno) e a San Pietroburgo (Peterhof, Strel'na, Oranienbaum, Gatčina, Pavlovsk e Carskoe Selo). Mosca mostra il meglio dell'architettura sovietica con moderni grattacieli, mentre San Pietroburgo, soprannominata la Venezia del nord, vanta la sua architettura classica con molti fiumi, canali e ponti.


Mina - Nessuno

venerdì 7 giugno 2024

7 GIUGNO 2024

 EUROPA PARTE 1413 - Stati dell' Europa Parte 1307

RUSSIA  EC

Economia P 7 - Energia b

Nel maggio 2014, durante un viaggio di due giorni a Shanghai, il presidente Putin ha firmato un accordo per conto della Gazprom per fornire la Cina di 38 miliardi di metri cubi di gas naturale all'anno. È stata inoltre concordata la costruzione di un gasdotto per facilitare l'operazione in cui la Russia contribuirà per 55 miliardi di dollari e la Cina per 22 miliardi; Putin ha descritto ciò come "il più grande progetto di costruzione del mondo per i prossimi quattro anni". Il gas naturale dovrebbe cominciare ad arrivare tra il 2018 e il 2020 e continuerà per trent'anni, a un costo finale per la Cina di 400 miliardi di dollari.

Industria

Nel febbraio 2013 la produzione industriale in Russia è diminuita del 2,1% rispetto all'anno precedente. Storicamente, dal 2006 al 2013, l'industria manifatturiera russa è cresciuta in media del 2,82%, con un picco del 12,60% nel maggio 2010 e un calo massimo del 16,90% nel gennaio 2009. In Russia la produzione industriale dipende strettamente dall'andamento del settore minerario e dei trasporti.

Mina - Volevo scriverti da tanto


giovedì 6 giugno 2024

6 GIUGNO 2024

 EUROPA PARTE 1412 - Stati dell' Europa Parte 1306

RUSSIA  EB

Economia P 6 - Energia a

Negli ultimi anni la Russia è stata spesso descritta dai media come una superpotenza energetica. Il Paese possiede le maggiori riserve mondiali di gas naturale dopo il Qatar, le ottave più grandi riserve di petrolio, e la seconda più grande di carbone. La Russia è il principale esportatore mondiale di gas naturale e il secondo più grande produttore.
La Russia è il terzo più grande produttore di energia elettrica di tutto il mondo e il quinto più grande da fonti rinnovabili, il secondo per la produzione idroelettrica. I più grandi impianti idroelettrici si trovano nella Russia europea, lungo grandi fiumi come il Volga. La parte asiatica della Russia dispone anche di una serie di importanti centrali idroelettriche, ma il gigantesco potenziale idroelettrico della Siberia e dell'estremo oriente russo rimane in gran parte non sfruttato.
La Russia è stata il primo Paese a sviluppare energia nucleare per scopi civili e a costruire la prima centrale nucleare del mondo. Il paese è tuttora il quarto più grande produttore di energia dalla fissione. Questo settore è in rapido sviluppo con l'obiettivo di aumentare la quota complessiva dal 16,9% al 23% entro il 2020. Il governo russo prevede di stanziare 127 miliardi di rubli (5,42 miliardi di dollari) per un programma federale dedicato alla nuova generazione di tecnologie nucleari. Circa 1 miliardo di rubli (17,6 milioni di dollari) era stato assegnato al bilancio federale per l'energia nucleare e lo sviluppo del settore prima del 2015.

Mina - Ancora Ancora Ancora